Vittorio Grigòlo XXX

Il tenore italiano Vittorio Grigòlo ha fatto il suo debutto alla Royal Opera nel 2010 come Des Grieux (Manon), e da allora è tornato a cantare Faust, Alfredo Germont (La traviata), il Duca di Mantova (Rigoletto), Rodolfo (La bohème), Nemorino (L ‘elisir d’amore), Werther, Hoffmann (Les Contes d’Hoffmann) e Mario Cavaradossi (Tosca). Nella stagione 2019/20 ha cantato Faust in tournée in Giappone.

Vittorio Grigòlo  :Grigòlo è nato ad Arezzo e cresciuto a Roma, dove ha cantato come solista con il Coro della Cappella Sistina. Ha fatto il suo debutto operistico come Pastorello (Tosca) per l’Opera di Roma e ha continuato a studiare con Danilo Rigosa. All’età di 23 anni è diventato il più giovane tenore ad esibirsi al Teatro alla Scala di Milano. Da allora ha cantato in molti dei più importanti teatri d’opera del mondo e appare regolarmente alla Scala, al Metropolitan Opera di New York, all’Opera di Zurigo, all’Opera di Stato di Vienna e all’Opera di Stato bavarese. Insieme ai ruoli sopra menzionati, il suo repertorio include Roméo (Roméo et Juliette).

Vittorio Grigòlo  :Grigòlo è un artista discografico per Sony Classical, con cui ha realizzato diversi album da solista pluripremiati, tra cui The Romantic Hero del 2014. È anche apparso come Alfredo in una trasmissione televisiva de La traviata dalla stazione ferroviaria principale di Zurigo e come Duca di Mantova in una trasmissione televisiva in diretta mondiale di Rigoletto da Mantova, al fianco di Plácido Domingo nel ruolo del protagonista. Ha ricevuto l’Opera News Award nel 2018, il Distinguished Artistic Leadership Award dall’Atlantic Council nel 2016 e il NIAF Special Achievement Award nel 2017.